“La mente ha in sé la propria dimora e in sé può fare dell’inferno un paradiso e del paradiso un inferno”

John Milton

 

Benessere e Felicità in azienda

Il mondo delle Imprese sta iniziando a capire che Benessere e Felicità sono due elementi di cui tener conto, per garantire un clima sufficientemente buono e risultati economici soddisfacenti.

Le aziende che nel 2022 non hanno ancora adottato un nuovo modello che tenga conto della Felicità e del Benessere ma vivono nell’ottica dell’incentivo ai dipendenti sono destinate al fallimento, così come le realtà primitive dove si pensa che sbraitando addosso al proprio dipendente si possa farlo rendere maggiormente, come se fosse una macchina, così lo si fa solo ed esclusivamente diventare più timoroso, concordi?

Il benessere delle persone è fondamentale, siccome sono proprio le persone a generare con il proprio operato il profitto in azienda.

Sai benissimo che per far leva sul nostro interlocutore/cliente/collaboratore, dobbiamo farlo emozionare. Attraverso “la pancia” si ottengono risultati strabilianti, è giunto il momento dunque, di cambiare la propria “forma mentis”, non solo “cervello” ma anche “pancia”.

Che cos’è la Scienza dell’Happiness?

La Psicologia Positiva si basa sul costrutto che ciascuno di noi è promotore del proprio destino, è parte attiva di un sistema, capace di affrontare ogni evento gli si presenti sul percorso.

La Psicologia Positiva non impone alle persone di andare in giro con un bel sorriso stampato sul viso, il fallimento viene contemplato e ciò che invita a fare è cambiare il proprio costrutto di pensiero, di partenza.

C’è da faticare? Sì.

La felicità può migliorare la nostra performance e non viceversa o ci ritroveremmo perennemente insoddisfatti perché non arriveremo mai “a saziarci”, ci sarà sempre quella cosa che vogliamo in più rispetto a ciò che già abbiamo.

La nostra interpretazione della realtà è il motore che ci permette di affrontare una determinata situazione in un certo modo piuttosto che in un altro.

Siamo troppo concentrati sugli aspetti negativi, certo, il momento non è dei migliori, capisco, il caro bollette, la carenze del lavoro, potremmo scrivere un elenco lunghissimo di situazioni svantaggiose ma io in primis ho scelto di non voler vivere nel malessere.

Dobbiamo occuparci di ciò che funziona, ecco perché è nata la Psicologia Positiva.

Quello che dobbiamo cercare di fare insieme è addestrare il nostro cervello alla positività e all’ottimismo, al fine anche di aumentare la nostra produttività e migliorare la nostra performance.

Se il nostro cervello lavora sempre e solo su ciò che non funziona, si focalizza sul fallimento e sulla negatività, andremo a creare una spirale d’insuccesso, viziosa.

Dobbiamo alimentare il giusto processo mentale, apportando piccoli cambiamenti per iniziare a costruire abitudini nuove e funzionali.

Lo sai che i professionisti di maggior successo si circondano di persone positive, hanno una buona rete sociale e la coltivano attivamente?

Potresti partire proprio da qui nel tuo percorso alla scoperta della Felicità, potenziando le tue energie, per migliorare la tua performance e vivere al meglio questo momento di transizione.

I leader illuminati del giorno d’oggi hanno sicuramente capito che non basta la competenza tecnica per riuscire a portare la propria azienda verso il successo.

Fai il passaparola di questi tre punti

-Coltivare un atteggiamento positivo

-Difendersi dalla negatività

-Raggiungere i propri obiettivi al fine del miglioramento del proprio benessere

La Scienza della Psicologia Positiva è ancora sapere di pochi, sono assolutamente realistica sul presente ma lavoro nel “qui ed ora” per creare un futuro di speranza, lungimirante e positivo, perché non ci provi anche tu?

La Felicità è essere consapevoli di poter cambiare, è coltivare una mentalità aperta, sana e volta alla realizzazione personale.

Tornando alle aziende, il cambiamento è possibile, noi possiamo cambiare, le situazioni anche.

Quanto pensi di riuscire a modificare il tuo cervello in quest’ottica?

Cambiamenti positivi, di buone prassi, possono dar vita ad un cambiamento sostenibile, a lungo termine, nella vita in generale e in ambito professionale.

I professionisti possono diventare più felici e positivi, le persone che vedono sempre il bicchiere mezzo vuoto possono diventare più ottimiste, il punto è volerlo davvero, allenarsi e pensare che nulla è dovuto, i risultati si ottengono con una buona dose di impegno e perseveranza.

Leave a Reply