La definizione di RESILIENZA, in ambito psicologico è la capacità di una persona di subire un urto (come in fisica per un materiale) ma di non rompersi, bensì di attutire il colpo, sicuramente ammaccandosi ma avendo poi la capacità di trasformare ciò che non va in energia positiva per guardare al futuro.
Una notevole forza interiore, ci permette di affrontare al meglio le molte sfide della vita, della quotidianità di qualsiasi natura esse siano.
Resilienza è “apertura”, è diventare, crescendo, delle belle querce, ben piantate al suolo con le radici ma libere di muovere al vento la chioma; in ciascuno di noi c’è il seme della resilienza, la differenza è scegliere di allenarla oppure no.
Diceva uno scrittore libanese che le anime più forti sono le anime che sono state temprate dalla sofferenza.
Pensa ad un evento che ti è accaduto che ritieni non positivo, un fallimento, qualcosa che “ti è andato storto”, se ci pensi oggi, che cos’hai imparato?
Quale lezione hai ricevuto?
Ecco quello è stato sicuramente un momento in cui hai allenato e poi potenziato la tua resilienza, hai trasformato quell’accaduto in energia positiva per coltivare nuova speranza nel futuro.
Non possiamo pensare di trasformare la nostra vita se non decidiamo di trasformare noi stessi, vivere il cambiamento e la trasformazione è faticoso, questo diciamocelo ma necessario per fiorire o rifiorire.
Diceva Lao Tze, filosofo:
“Fai attenzione ai tuoi pensieri, diventano parole,
fai attenzione alle tue parole, diventano azioni,
fai attenzione alle tue azioni, diventano abitudini,
fai attenzione alle tue abitudini, diventano il tuo carattere,
fai attenzione al tuo carattere, diventa il tuo destino.”
…e ancora…
“Più lontano si va e meno si apprende. Per questo l’uomo saggio non cammina eppure arriva. Trovare la sufficienza in sé è il modo sommo di viaggiare, cercare la completezza nelle cose è il modo peggiore di viaggiare.”
Se vuoi ricevere gli esercizi per ripulire la mente invia una mail a: info@lumenidea.it, scrivendo nell’oggetto della mail “esercizi per ripulire la mente”.
Ti invierò 12 esercizi che potrai fare in autonomia seguendo il mandato.
Ovviamente come scritto prima, per fare in modo che essi funzionino e ti possano portare inizialmente un minimo benessere, ci deve essere la tua volontà, la tua costanza e la tua tenacia, di faticare per raggiungere l’obiettivo.
Vivere la quotidianità con un atteggiamento mentale positivo, liberandoti dai vecchi modi di pensare è il primo passo per allenare la tua mentalità positiva e la tua resilienza.
Costanza

Leave a Reply