“Lamentarsi non è una strategia” Jeff Bezos

Ciao e ben ritrovato sul blog di LumenIdea.
Oggi vorrei affrontare con TE una tematica molto importante, in questo momento più che mai, ci concentreremo insieme sulla RESPONSABILITA’ PERSONALE.
Siamo sempre abituati ad incolpare i colleghi sul posto di lavoro se qualcosa non è andato a buon fine e l’obiettivo non è stato raggiunto, in famiglia il marito/moglie se quel lavoro che bisognava fare non è ancora stato fatto e magari anche con gli amici adottiamo lo stesso comportamento.
Questa non è la strategia giusta! Non è così che si comportano le persone RESPONSABILI.
Il primo passo da fare è quello di assumerti la responsabilità, di capire dove hai agito al meglio delle tue possibilità e dove invece potevi fare di meglio, darti maggiormente da fare ecc…
Pensa ad una partita di pallavolo, calcio oppure basket, non è sicuramente l’ultimo punto quello che decreta il vincitore ma bensì tutto l’andamento della partita, tutti i punti precedenti a quello, le strategie che si sono messe in campo e l’alleanza con il tuo team.
IL PUNTO FONDAMENTALE E’ ASSUMERTI LA RESPONSABILITA’, SEMPRE, DI CIO’ CHE TI SUCCEDE, NON DISPERDERE ENERGIE LAMENTANDOTI E INCOLPANDO GLI ALTRI.
Il tuo obiettivo da oggi in poi DEVE ESSERE-> NON CONTINUARE RIPETERE GLI STESSI ERRORI, come?
1) SE TI TROVI IN UNA SITUAZIONE SCOMODA, E’ TUA RESPONSABILITA’ AZIONARTI PER TOGLIERTI DA CIO’ CHE NON TI FA STARE BENE
2) SE INCONTRI OSTACOLI, NON EVITARLI “NON NASCONDERLI SOTTO AL TAPPETO” MA AZIONATI PER ELABORARLI E TRASFORMALI IN MEGLIO
Essere o meglio ancora, diventare responsabili è qualcosa di molto positivo, è una condizione che ti spinge a metterti in gioco, a trasformarti per migliorarti.
IL SENSO DI COLPA NON FUNZIONA, è efficace invece IL SENSO DI RESPONSABILITA’.
Non vivere la tua vita con il pilota automatico, è proprio la responsabilità che ti può mettere nelle condizioni di vivere attivamente al meglio delle tue possibilità, per dirigere tu la tua vita dove vuoi.
Benjamin Franklin, uno dei padri fondatori degli Stati Uniti, aveva un suo codice personale, te lo riporto, in modo che anche tu possa farne tesoro:
1) Silenzio: parla solo se hai qualcosa da dire, evita il pettegolezzo
2) Ordine: ogni cosa ha il suo posto, il disordine crea confusione anche mentale
3) Se hai un obiettivo, focalizzati su quello e investi le tue energie per
portarlo a termine
4) Non perderti in sciocchezze, utilizza il tuo tempo al meglio
5) Non fare torto alle altre persone
6) Impara a gestire le tue emozioni, soprattutto la rabbia
7) Sii umile

Ripensando sempre all’esempio dello sport, ricordati che nessun CAMPIONE, SCARICA SULLE ALTRE PERSONE LA SUA SCONFITTA, l’allenamento per imparare a fare ciò è fondamentale, inizia ora.

Costanza

Leave a Reply