Formazione in Comunicazione Efficace Soft Skills

“Allenati all’eccellenza”

L’importanza delle competenze trasversali

Le competenze trasversali della persona sono state portate in luce nell’ultimo periodo storico, prima di allora le hard skills “la facevano da padrone”, queste competenze trasversali vengono acquisite attraverso l’allenamento costante.

La nostra vita è fatta di relazioni, di comunicazione, di emozioni, ecco che allenare tutto ciò ci permette abbracciare il benessere; le soft skills fanno la differenza in un percorso di crescita personale e professionale.

Le competenze trasversali ci permettono di arricchire il nostro patrimonio personale con conoscenze, abilità e atteggiamenti che ci consentono di comportarci adeguatamente.

Ribalta il paradigma che ti tiene legato a cosa non funziona e concentrati invece su cosa è per te funzionale e fonte di benessere, per attivare quella spirale virtuosa che ti porterà al successo e interrompere la spirale viziosa che non ti permette di spiccare il volo.

Il periodo storico che stiamo vivendo è caratterizzato da incertezza e cambiamenti spesso repentini, le soft skills assumono dunque un ruolo strategico per poter “vivere in modo sufficientemente buono” e come diceva Darwin:

“Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti.”

L’ importanza del saper comunicare con efficacia

La comunicazione efficace è alla base di tutte le relazioni umane, per comunicare efficacemente dobbiamo avere l’intenzione di farci capire dalla persona che abbiamo davanti, non una serie infinita di parole fluttuanti nell’aria ma bensì attraverso pensieri chiari e precisi con un’attenzione al “come trasmetto quel contenuto”: tono della voce, silenzi, pause ecc…

Vedo spesso trascurare le relazioni, così però non funziona. Se si pretende sempre e solo di avere, di ricevere le persone prima o poi si stancano, l’intelligenza emotiva è indispensabile quando si entra in relazione con l’altro.

L’equilibrio interiore si costruisce, bisogna imparare a riconoscere le proprie emozioni per poi gestirle, trasformare i conflitti da distruttivi a costruttivi e ancora a saper instaurare relazioni positive; tutte queste competenze vanno allenate, riconoscendo i propri limiti e provando a superarli.

Ecco 6 strategie da utilizzare per comunicare in maniera efficace:

  • Allenare l’ascolto attivo
  • Allenare l’empatia
  • Saper emozionare il nostro interlocutore durante il passaggio d’informazione
  • Coerenza tra linguaggio verbale e non verbale
  • Utilizzare lo stile comunicativo assertivo
  • Creare “rapport” con il nostro interlocutore

L’importanza di allenare la nostra intelligenza emotiva

L’intelligenza emotiva è una Soft Skills, abilità trasversale della persona, fondamentale nel saper costruire relazioni efficaci e positive, durante la nostra vita, non possiamo escluderla da uno sviluppo sano della persona.

Essere emotivamente intelligenti vuol dire riconoscere e gestire le proprie emozioni per poi poter riconoscere e imparare a gestire anche le emozioni delle altre persone.

La persona consapevole sa quali emozioni prova e dunque riesce ad orientarsi con più facilità nelle relazioni.

Daniel Goleman (psicologo) descrive così l’intelligenza emotiva: “capacità di motivare sé stessi, persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustrazioni, di controllare gli impulsi e rimandare la gratificazione, di modulare i propri stati d’animo, evitando che la sofferenza ci impedisca di pensare, di essere empatici e di sperare.”

L’intelligenza emotiva è composta da cinque competenze: consapevolezza, autocontrollo, motivazione, empatia e abilità sociali, se allenate possono renderci felici.

  • Consapevolezza: vivere consapevolmente vuol dire cercare di essere consci di tutto ciò che riguarda le nostre azioni e i nostri obiettivi mettendo in atto strategie volte al raggiungimento di essi, al meglio delle nostre capacità.
  • Autocontrollo: self-control, saper limitare il bisogno di appagamento immediato e saper agire coerentemente con i nostri obiettivi.
  • Motivazione:comportamento volto a raggiungere i propri obiettivi che soddisfano bisogni di carattere sociale e culturale.
  • Empatia: capacità di porsi in maniera immediata nello stato d’animo o nella situazione di un’altra persona, capacità di “mettersi nei panni emotivi” del nostro interlocutore.
  • Abilità Sociali: realizzare comportamenti finalizzati e adattati al vari contesti in cui ci troviamo

Cosa sono le Soft Skills?

Le Soft Skills, ovvero le competenze trasversali maggiormente ricercate sul posto di lavoro sono competenze legate alla sfera “del saper essere” della persona/del professionista e possono fare la differenza in un ambiente lavorativo.

Le Soft Skills maggiormente richieste nel mercato del lavoro sono:

  • Fiducia in se stessi e motivazione nel raggiungere un obiettivo specifico
  • Leadership
  • ProblemSolving e Creatività
  • Formazione permanente
  • Comunicazione Efficace
  • Gestione delle emozioni e del conflitto
  • Gestione del tempo e dello stress

Promuovere il benessere della persona, coinvolgendo i partecipanti attivamente nel lavorare su se stessi, in modo da favorire “l’apprendimento attivo” di contenuti e strategie per migliorare la propria vita, accettando gli eventi, cogliendo il lato positivo di ciò che accade e aumentare la propria felicità è il focus dell’allenamento sulle Soft Skills.

Il riferimento teorico del percorso che i partecipanti faranno saranno le ricerche svolte dalla corrente della “Psicologia Positiva”, la quale rappresenta uno studio scientifico ottimale del funzionamento umano; fino ad oggi la psicologia si è sempre concentrata sul ridurre o eliminare tutto ciò che causava malessere ma grazie alle nuove teorie si è osservato che questo approccio (Psicologia Positiva) è più funzionale, perché lavora sull’ottimizzazione delle risorse e sul potenziamento del potenziale delle persone andando a mettere in risalto i fattori che generano benessere e aumentando così la percezione di autoefficacia e di fiducia in sè.

Perchè le Soft Skills sono importanti?

Investire sulle Soft Skills è determinante per tutti i livelli: ad esempio un direttore dev’essere in grado di avere una visione strategica per affrontare i cambiamenti, deve saper comunicare in maniera efficace con il proprio team e avere un orientamento al raggiungimento dell’obiettivo finale.

Se è vero che alcune soft skills sono innate, molte di queste competenze trasversali possono essere apprese e potenziate.

Sono importati le soft skills per migliorare le prestazioni della tua azienda, durante la selezione di nuovi collaboratori, è utile considerare non solo le qualifiche tecniche ma soprattutto le abilità personali così da garantire un ambiente di lavoro improntato sul benessere.

SURVIVORS – Allena le Tue Soft Skills

Il gioco SURVIVORS è basato sul riconoscimento “nel qui ed ora” delle Soft Skills di ciascun persona, per capire quali di esse sono presenti e quali invece possono essere potenziate per migliorare la propria performance e professionalità.

Perchè Partecipare?
  • Per uscire dalla tua zona di comfort, sei pronto?
  • Per divertirti mettendo in circolo le tue emozioni e vivere un momento formativo in leggerezza
  • Per riflettere sul feedback che riceverai e magari, perchè no, condividerlo con il tuo team o addirittura far giocare anche loro e migliorare così il clima sul posto di lavoro
Benefici che puoi ottenere:
  • Vivere un momento di gioco, ricordandoti che il gioco è uno strumento potentissimo per apprendere
  • Stimolare la tua motivazione e sviluppare le tue intelligenze
  • Aumentare la fiducia in te stesso e nelle tue risorse
Su quali Soft Skills vado a lavorare?

Metti in gioco le 11 Soft Skills, definite dall’O.M.S. e attiva nuove competenze (ossia: Gestione dello Stress, Gestione delle Emozioni, Comunicazione Efficace, Saper prendere Decisioni, Saper risolvere i problemi, Autoconsapevolezza, Capacità relazionali, Senso critico, Empatia, Umorismo e Creatività)

Anche per la Selezione del Personale

SURVIVORS, può essere utilizzato anche nella sfera della selezione del personale di gruppo, per captare alcuni tratti distintivi, alcune potenzialità dei candidati.

Ricordati che tutti abbiamo in noi i semi dell’eccellenza: devi imparare a farli crescere allenando il cervello.
Confido in te e nel fatto che con il mio supporto tu possa trovare la tua strada!