«C’è una grande quantità di incertezza ed una varietà quasi illimitata di mosse che si possono fare sia negli scacchi che nel business.”

Garry Kasparov, campione di scacchi russo

 

Gli scacchi sono un gioco strategico su cui creare un parallelismo perfetto per delineare alcune strategie utili ai professionisti che vogliono orientarsi nel mondo del lavoro di oggi, dettato da grandi trasformazioni e complessità.
Afferma Luca Desiata, amministratore delegato di Sogin Spa: “le decisioni dello scacchista devono essere veloci ma non frettolose e imprecise, altrimenti la partita viene persa. Saper operare le scelte giuste rapidamente, ogni giorno, analizzare le opzioni, costruire delle strategie, negoziare con lucidità e pazienza sono competenze di chi sa giocare a scacchi, utilissime per la gestione delle aziende al giorno d’oggi.”

Che cosa ti possono insegnare gli scacchi?

  • A fare la prima mossa, i grandi imprenditori hanno la capacità di visualizzare i loro obiettivi in un futuro temporalmente ben definito e quindi ragionando a ritroso per raggiungerli
  • A non essere aggressivo e a non agire d’impulso ma riflettere, allena il tuo Self Control, si fanno progressi solo riconoscendo i fallimenti e comprendendo le cause delle proprie sconfitte
  • A usare il pensiero laterale cioè quella modalità di risoluzione di problemi che prevede l’osservazione del problema stesso da diverse angolazioni
  • A utilizzare tutte le competenze che hai per raggiungere il risultato. Afferma Bruce Pandolfini (scacchista statunitense), in un’intervista al giornale La Repubblica: “la “squadra è rappresentata dai pezzi sulla scacchiera, i giocatori devono mettere in modo tutte le loro pedine in modo armonioso cosicché possano farsi forza l’un l’altra per infliggere i loro attacchi. I pezzi devono avere uno scopo, non si possono spostare sulla scacchiera solo per il gusto di farlo né si può giocare con una sola pedina”
  • A fare del tuo meglio anche se hai risorse limitate, esprimi soddisfazione e gratitudine per ciò che hai e per ciò che hai fatto
  • A conoscere bene i tuoi competitor cioè i professionisti che mettono sul mercato prodotti o servizi sovrapponibili ai tuoi
  • A guardare in un’ottica d’insieme, ciò ti aiuta a decifrare le conseguenze. Svilupperai la capacità di rispondere a un repentino e inaspettato cambiamento, allenerai il Problem Solving

Fai almeno un tentativo

Se dunque non hai mai imparato le regole degli scacchi perché pensi sia un gioco noioso, dopo aver letto questo articolo, fai almeno un tentativo.

Il pensiero strategico ti condurrà a una serie chiara di obiettivi necessari per prosperare in un ambiente competitivo e mutevole come quello del lavoro, allena le tue Soft Skills:

  • problem solving
  • comunicazione efficace
  • leadership

…e agisci.

 

Leave a Reply